Cisco Spark: la rivoluzione della Collaboration

Posted on Dic 14 2015 - 4:12pm by Alberto Antonacci

Oggi, Cisco rivoluziona l’esperienza di collaborazione reinventandola. In particolare Cisco annuncia una nuova offerta che porta sul cloud i tre strumenti di comunicazione che le persone usano per lavorare – riunioni, messaggistica, e chiamante. Anche i telefoni ed i sistemi di videoconferenza di Cisco potranno inoltre andare nel cloud e accedere a questi nuovi servizi. La rivoluzione della Collaboration sposta la comunicazione sul cloud.

Si chiama Cisco Spark e cambia tutto perché:

– E ‘stato progettato da zero per una collaborazione estremamente sicura e piacevole da usare. Oggi, per le riunioni virtuali, la messaggistica tra i team di lavoro e le telefonate, la maggior parte di noi utilizza strumenti che non connessi. Cisco Spark fa accedere a meeting, messaggistica e chiamate in modo così semplice che è difficile dire dove finisce l’uno e inizia l’altro. Con Cisco Spark, ogni attività diventa  un’esperienza utente completa. Ad esempio, con un semplice clic è possibile trasformare una telefonata in una videoconferenza. Con un tocco sul touchscreen è possibile spostare una videochiamata da un sistema fisso al proprio cellulare e ancora a un altro sistema fisso collocato in un’altra stanza, in modo da non perdere nulla quando è indispensabile spostarsi.

– Consente di creare videoconferenze e configurare i telefoni in un attimo. Semplice come mostrare un codice QR sul proprio smartphone per imbarcarsi sull’aereo. Ecco come è diventato facile configurare un telefono fisso.

– Può collegare i sistemi di telefonia nel cloud. Le imprese hanno investito molto in sistemi di telefonia e altre apparecchiature on premises. I Cisco Spark Hybrid Services consentono esperienze completamente nuove e sorprendenti connettendo tali apparati al cloud.

o   Ad esempio, durante una chiamata da un telefono IP Cisco, Cisco Spark Hybrid Services creano automaticamente una riunione nello spazio Spark condiviso dai due partecipanti alla chiamata. Lì, è possibile visualizzare il contenuto con un solo clic. Un tipo di meeting che possiamo definire a “tocco zero”, perché nessuno in realtà lo ha pre-configurato, è già lì e vi si può accedere proprio quando è necessario.

o   I Cisco Spark Hybrid Services possono fare di più. Ad esempio, possono collegare su cloud le agende presenti sui server on premises. Ciò rende la preparazione, l’organizzazione e l’accesso ai meeting più semplice che mai – anche dal proprio dispositivo mobile. Basta digitare come luogo “@spark” o “@webex” quando si crea un invito. Cisco Spark creerà uno spazio condiviso in cui il gruppo può condividere contenuti e idee e i dettagli saranno inclusi automaticamente nell’invito alla riunione.

– Dà ampio spazio agli sviluppatori. Pensiamo che alcune delle idee migliori potranno arrivare da altri. CiscoSpark for Developers, fornisce API aperte affinché gli sviluppatori possano creare delle app innovative e coinvolgenti che diano ulteriore valore a Spark.

“Nel mio team abbiamo una vera e propria passione: rendere gli strumenti di lavoro più semplici e piacevoli, come quelli che usiamo a casa”, ha affermato Rowan Trollope, SVP e GM di Cisco Collaboration, Data Analytics e IoT. “Spark ci permette di far vivere esperienze sorprendenti ad aziende di ogni dimensione dalle più piccole start-up alle aziende Fortune 100. E questo è solo l’inizio!”