|  home | news | focus on | articoli | contatti | redazione | collaborazioni | feed | 
01/08/2008

Come stampare le nostre foto per ottenere i migliori risultati e senza sprechi inutili? Ecco dieci consigli degli esperti, validi per tutti.

Bookmark and Share

Dal momento dello scatto a quello della stampa: basta seguire pochi accorgimenti per ottenere risultati migliori e, soprattutto, eliminare sprechi inutili. Risparmiando così inchiostro e carta.

Cinisello Balsamo (MI), 1 agosto 2008 - Si può risparmiare quando si stampano a casa le proprie foto? Certo, se si seguono alcuni semplici consigli e si adottano pochi pratici accorgimenti. Ciò che alza considerevolmente i costi di stampa, infatti, sono gli errori e/o le impostazioni sbagliate che utilizziamo - spesso inconsapevolmente - e che portano a un (anche notevole) aggravio dei consumi e degli sprechi.
Perciò Epson ha scelto di realizzare un decalogo che ci possa aiutare a trarre il meglio dalle foto scattate. E per farlo si è avvalsa dei consigli di due grandi esperti: Maurizio Capobussi, fotografo, giornalista ed esperto di tecnica fotografica e Lello Piazza, per 25 anni photo editor per Airone, esperto di fotogiornalismo che oggi collabora con Fotographia. In questo modo sarà più facile preservare i nostri ricordi dalla perdita in caso di guasto al computer o al disco rigido su cui sono memorizzate le foto digitali. Perché, come afferma Henry Wilhelm(*) "per essere tramandato nel tempo, un archivio fotografico necessita di essere stampato".
In realtà, per poter ottenere delle stampe di qualità delle foto a noi più care, che durino nel tempo e che siano visivamente ineccepibili e di effetto, risparmiando addirittura su tempi e costi di stampa, bastano solo 10 utili consigli, disponibili anche all'indirizzo http://www.epson.it/content/IT/it_IT/news_events/press_releases/details/EIS_pr0808_decalogo.ilocal.htm Eccoli.


1) Selezioniamo le foto da stampare - Non tutti i nostri scatti meritano di essere stampati. Scegliamo quindi le foto più rappresentative o quelle più scenografiche e che possono dare il massimo dell'effetto visivo, in particolare se abbiamo intenzione di fare ingrandimenti da incorniciare e da conservare.


2) Facciamo il "provino" - Il provino è la stampa di un foglio contenente più foto in miniatura, per poter vedere subito la resa della foto in stampa. Si può anche ottenere dalla stampante con un semplice click. Ci aiuterà a fare una scelta più precisa delle foto da stampare.


3) Affidiamoci alla stampante: la nostra "esperta di fotoritocco" - Non sempre una foto va bene così com'è stata scattata. I fotografi professionisti fanno largo uso del fotoritocco per rendere perfetti i loro scatti. Anche le nostre foto "amatoriali" possono essere ottimizzate, per renderle qualitativamente migliori: per esempio bilanciando i colori e il contrasto o eliminando gli "occhi rossi". Tutto questo può farlo direttamente la stampante. A noi basta un semplice clic di conferma.


4) Prevenire è meglio che sprecare - Se non si stampa da un po' di tempo, o se il provino presenta piccoli difetti o righe visibili, è il momento di fare il test degli ugelli. Se i colori vengono tutti stampati, si può procedere, altrimenti si effettua un ciclo di pulizia, evitando così di consumare invano inchiostro e carta fotografica.


5) Possiamo farne un poster? - Che bello quel paesaggio che abbiamo fotografato! Sarebbe magnifico poterne fare un poster. ma attenzione che non appaia la tanto sgradita "sgranatura" o "pixelatura". Per evitarlo, consideriamo che con una macchina da 3 megapixel possiamo stampare la nostra foto fino al formato 13x18 cm, con una da 5 megapixel si va al massimo formato 30x40 cm. Se facciamo una stampa 20x30 cm di una foto scattata con il cellulare, stiamo solo sprecando inchiostro e carta. Meglio limitarsi a stampare foto 10x15 cm.


6) Usiamo il modo di stampa corretto - Ad esempio, se la qualità della foto è buona (cioè non è sfuocata, scura o troppo chiara) conviene stampare in modalità foto "normale" anziché in foto "migliore". Con questa modalità otterremo risultati ottimi risparmiando inchiostro e tempo (fino al 50%).


7) Usiamo carte di qualità - Il supporto cartaceo di qualità è indispensabile. Spesso utilizziamo carta comune, ottenendo stampe dai colori sbiaditi e opachi. Per avere i migliori risultati, Epson e i suoi esperti suggeriscono di usare sempre carta fotografica di qualità, in grado di rendere più vividi e brillanti i colori, proprio come per una foto stampata in laboratorio.  Nella finestra delle impostazioni di stampa è inoltre fondamentale indicare esattamente quale tipo di carta stiamo utilizzando, così la testina produrrà goccioline di inchiostro di volume tale da assicurare la migliore qualità per quel tipo di carta. Avremo fotografie dal maggiore impatto visivo e risparmieremo inchiostro.


8) Usiamo inchiostri originali - Anche questo sembrerebbe un consiglio scontato, ma gli inchiostri realizzati da chi produce le stampanti sono quelli che garantiscono foto dai colori perfetti, che rimarranno tali nel tempo. I prezzi delle cartucce sempre più contenuti permettono a tutti di ottenere risultati ottimi spendendo per ogni foto meno di un caffè al bar. Epson, per esempio, ha ridotto ulteriormente i prezzi delle proprie cartucce e, sempre in materia di risparmio, propone cartucce separate su tutte le stampanti, così si sostituisce solo il colore effettivamente esaurito.


9) Stampare semplifica la vita - Quante volte abbiamo promesso di spedire al nonno lontano l'ingrandimento della foto del nipotino o ai parenti, dopo la festa di laurea, la foto che ci ritrae con loro? E poi, immancabilmente, non abbiamo trovato il tempo per andare al laboratorio fotografico. Stampare a casa ci permette di mantenere le promesse senza dover uscire, prendere l'auto, cercare posteggio, aspettare lo sviluppo. in una parola ci semplifica la vita! Ed è anche un'operazione veloce: basta meno di un minuto per avere un ricordo che dura molto a lungo.


10) La foto inizia dallo scatto - Non bisogna dimenticare che - anche se la stampante ci aiuta - per una buona stampa è necessario prima di tutto un buono scatto. Conoscere le regole di base della fotografia non richiede tanto tempo e ci può far risparmiare parecchio. Può essere d'aiuto consultare il manuale della nostra macchina fotografica e visitare qualche sito internet in grado di darci consigli sulle migliori inquadrature e su come effettuare buoni scatti: per esempio il corso Digital Shot (http://etv.epson-europe.com/it/tutorials/epson_digital_shot.html): una serie di pillole filmate, dallo scatto alla stampa, per ricordi indelebili.

 

(*) Henry Wilhelm è uno dei massimi esperti mondiali di immagini. Wilhelm è co-fondatore, presidente e direttore delle ricerche al Wilhelm Imaging Research, Inc, un centro indipendente specializzato nel condurre ricerche sulla stabilità e la conservazione di immagini e filmati realizzati con tecniche tradizionali e digitali.

 

Gruppo Epson
Epson è leader globale nei prodotti per l'imaging fra cui stampanti, videoproiettori 3LCD ed LCD di piccole e medie dimensioni. Forte di una cultura d'impresa innovativa e creativa, Epson ha come impegno primario quello di superare la vision e le aspettative stesse dei clienti, in tutto il mondo, con prodotti conosciuti per la loro qualità superiore, funzionalità, compattezza e la costante riduzione del loro consumo energetico.
Il gruppo Epson conta 88.925 dipendenti in 109 società nel mondo, ed è orgoglioso di contribuire alla salvaguardia dell'ambiente naturale globale adottando rigidi standard di produzione e di sostenere le comunità locali nelle quali si trova ad operare.
Con capogruppo Seiko Epson Corporation che ha sede in Giappone, il Gruppo Epson, per l'anno fiscale 2007 (1 aprile 2007/30 marzo 2008), ha registrato un fatturato consolidato di 1.347 miliardi di yen.
Epson Europe B.V. è la sede del gruppo in Amsterdam, per la regione EMEA (Europa, Medio Oriente, Russia e Africa). Epson Europa, per l'anno fiscale 2007, ha consolidato un fatturato di 1.854 milioni di Euro e conta circa 2.400 dipendenti.

 

Cerca nel sito
Tagclouds
Apple, Mac, iPhone, iPod, MacBook, Google, Microsoft, Ecosistema, Time&Mind, web 2.0, staminali, network, wireless, wifi, community, iHair, Fotografia
Banner/Partner
|  home | news | focus on | articoli | contatti | redazione | collaborazioni | feed |