La Metro e i cinque sensi. Linea U come Utopia?

Posted on Nov 20 2015 - 6:38pm by Armando Giorgi

Per parlarvi della “misteriosa” iniziativa di Guerrilla Marketing di ieri, ma soprattutto per trasmettervi la difficoltà di vivere in una grande città come Roma, che rende gli spostamenti un’incognita e comunque sempre difficili, dove purtroppo i mezzi pubblici non sempre riescono a coprire tutte le zone, voglio raccontarvi qui una piccola storia di vita lavorativa quotidiana, raccontata ieri da una bella ragazza, seduta accanto a me alla fermata dell’autobus. E mi piacerebbe pensare che possa essere non solo una storia con un misterioso lieto fine, ma davvero l’inizio di un nuovo modo di vivere e lavorare per tutti noi romani.

 

Sono già le 8 di mattina, ma non c’è bisogno di correre e mi sento pronta per iniziare l’ennesima giornata di lavoro.

Esco di casa e, dopo una breve passeggiata, incontro sulla mia strada la fermata della Metro U Angeli/Torpignattara.

Le pareti della stazione sono animate dagli affreschi dei più grandi street artist del mondo e le loro opere colorate rapiscono la mia vista.

Mentre gli altoparlanti diffondono una musica che rallegra l’anima di tutti i viaggiatori, le mie narici vengono inebriate da un aroma di caffè che si sprigiona da un angolo della stazione. Lì è collocato un distributore di bevande calde, offerte ai viaggiatori da una grande marca italiana. Faccio appena in tempo a finire di gustarmene una tazzina che arriva il convoglio.
Appena mi siedo le mie mani non riescono a non accarezzare il sedile ricoperto di ciniglia, morbida e calda.

Durante il tragitto, la mia fermata intermedia preferita è la Pincio/Villa Borghese dove si risale in superficie e i viaggiatori possono dare uno sguardo dall’alto alla città più bella del mondo.

Dopo qualche minuto scendo alla fermata Conciliazione/San Pietro; pochi metri e c’è la sede del mio ufficio.

Oggi, 19 novembre 2015, ho preso la Metro U. U come utopia.

 

Ho ascoltato, immaginato e non ho aggiunto altro. Un desiderio, una necessità, forse un diritto. A volte vorremmo che le linee dei trasporti pubblici fossero realizzate esattamente in base alle diverse esigenze di ognuno di noi, magari per permetterci di andare a lavoro senza troppe difficoltà o per raggiungere i locali e i quartieri che frequentiamo di più.

Probabilmente per poter realizzare questo sogno, dovremmo tutti noi poter contribuire a “creare” i percorsi delle linee di trasporti. L’originale e misteriosa iniziativa di ieri, che proponeva in diversi luoghi di Roma la creazione di una nuova linea di trasporti, la Linea U appunto (con anche un sito web dedicato), per un attimo ci ha fatto assaggiare questa possibilità.
Quale seguito ci dobbiamo aspettare?

 

lineaU-roma-02  LineaU-Roma