Londra la capitale del 4G

Posted on Nov 9 2013 - 12:07pm by Redazione

È Londra la capitale del 4G. Nella global city britannica è attiva la rete LTE-Advanced più veloce al mondo con velocità di banda larga mobile fino a 300 Mb/s.

Huawei, ha presentato in partnership con Everything Everywhere (EE), operatore mobile leader nel Regno Unito, quella che viene definita la rete 4G più veloce al mondo. A oggi la tecnologia è disponibile in una delle zone più importanti di Londra, la Tech City, con l’obiettivo di espandere i servizi a tutta la città nel corso del 2014. EE avvierà ufficialmente il servizio per i propri clienti all’inizio di dicembre e per tutto il 2014, offrendo Wi-Fi in mobilità nella zona della Tech City. La rete, disponibile da questa settimana, è stata presentata da Olaf Swantee, Amministratore Delegato di EE, nel corso dell’Huawei Global Mobile Broadband Forum di Londra.

“Oggi entriamo nella nuova era delle tecnologie mobili 4G del Regno Unito”, ha commentato l’amministratore delegato di Everything Everywhere, Olaf Swantee. “La nostra rete 4G attualmente offre incredibili velocità di fruizione dei dati in mobilità e serve milioni di persone in tutto il Paese, ma non abbiamo intenzione di accontentarci perché siamo consapevoli che l’utilizzo di dati mobili sta continuando ad aumentare rapidamente. La rete che abbiamo sviluppato è la prima parte di una infrastruttura in grado di soddisfare le future esigenze dei consumatori e delle imprese”.

L’altro attore protagonista Huawei, ha già confermato l’impegno a investire sul territorio 1,3 miliardi di sterline nei prossimi cinque anni.

E per l’Italia, quale futuro si prospetta? Le velocità di connessione mobile offerte ai londinesi sono per noi ancora un miraggio, ma non si può dire che gli operatori tricolori non si stiano muovendo.Vodafone ha appena esteso il suo servizio 4G al di fuori dello Stivale, portandolo in Spagna, Portogallo, Grecia e Romania e nel corso dell’anno prossimo in altre nazioni europee; Telecom, invece, ha promesso investimenti in banda ultralarga mobile pari a 900 milioni di euro nel biennio 2014-2016.