Trovare in rete una babysitter? Oggi è possibile con Helpee

Posted on Feb 9 2017 - 9:40am by Redazione

Ecco un modo innovativo per dare supporto ai genitori con i propri bambini, ma anche con altre faccende domestiche. Si chiama Helpee, la piattaforma ideata da Stefano Monzo e Francesco Ferigo, che offre la possibilità di trovare in rete la babysitter più adatta alle esigenze di ciascun genitore.

Helpee nasce da una duplice esigenza:
1) Dare alle babysitter la possibilità di avere un profilo curato nei minimi particolari: sommario, esperienza specifica con bambini per fascia d’età, certificazioni, titoli di studio, referenze di ex-genitori, lingue parlate, disponibilità giornaliere e indirizzi presso cui vogliono lavorare.
2) Aiutare i genitori a trovare una buona babysitter, ma anche all’occorrenza una persona che possa coadiuvarli nelle faccende quotidiane.

Su Helpee le babysitter, infatti, oltre all’accudimento del bambino, possono rendersi disponibili anche per altri compiti domestici come: cucinare, preparare la pappa, stirare, accompagnare i bambini a scuola o in altri luoghi concordati con i genitori, aiutarli con i compiti o sbrigare le commesse di tutti i giorni.

Ovviamente l’iscrizione alla piattaforma è gratuita per tutti gli utenti. Alcune funzioni avanzate, come la possibilità per i genitori di contattare solo le babysitter in linea con le proprie esigenze in appena 30 secondi o la possibilità per le babysitter di rispondere illimitatamente a tutti i genitori e di avviare per prima il contatto, sono però a pagamento, ma solo superata una certa soglia.

Helpee, inoltre, da la possibilità alle strutture dedicate al bambino, quali Asilo Nido, Ludoteche e Baby Parking, di creare un proprio mini-sito consultabile dai genitori. Il mini-sito, oltre alle canoniche informazioni di contatto e all’offerta di servizi, presenta la giornata tipo, le attività quotidiane e quelle opzionali per i bambini. Il tutto è completato da immagini che ne illustrano gli spazi e da foto in cui gli educatori e le maestre si presentano.

Il servizio, attivo da Ottobre sulla città di Roma, sta crescendo e diffondendosi anche in altre città italiane, a iniziare da Milano, con il semplice passaparola di genitori e babysitter che ne hanno apprezzato il valore.

L’obiettivo di Helpee in questa prima fase è quello di rispondere alle esigenze di genitori e babysitter facilitandone l’incontro, per poi offrire un servizio di qualità e improntato sulla trasparenza, contribuendo così anche a limitare il problema del “lavoro nero” che non è per niente trascurabile nel settore del babysitting.

Per maggiori informazioni: http://helpee.it